SOCIAL
In  Generico

Pet-Free

By andreanabono | Commenti:0 | 23/06/2021

Nel 2021 l’amore per gli animale, il rispetto e la salvaguardia delle categorie più deboli ed in via d’estinzione non possono che essere elementi intrinseci ad un brand di moda.
La moda deve avere l’obbligo di veicolare messaggi positivi e di protezione per l’ambiente che ci circonda e per gli abitanti di esso, sopratutto la maison di Andreana Bono ha fatto di questo messaggio un motto per le sue creazioni.

Creare un brand etico e morale non è semplice ma il fine, la nobile causa, riesce a far andare oltre i classici sistemi, riesce a far ingegnare le persone portandole a creare nuovi materiali, tessuti belli come le pelli di animale ma totalmente sintetici.
l’evoluzione tecnologica insieme ad una alta dose di sensibilità fa andare oltre i limiti, sviluppando sempre nuove fibre con le stesse caratteristiche di quelle naturali ma inquinando meno ed avendo sempre bisogno di minor acqua per la loro lavorazione.

Gli esseri viventi non sono nati per abbellire cappotti, per impreziosire borse e accessori ma sono nati per uno scopo molto più alto ed hanno il diritto di vivere, di non soffrire solo per un vezzo stilistico.

Ci vuole un anima pura e riconoscente per capire che nella nostra epoca non è più necessario “uccidere” per essere belli e apprezzati dalla massa ma è molto meglio sviluppare l’intelletto e studiare per creare una moda sempre più sostenibile ed in pace con la terra e le sue creature.



Non è più tollerabile il sacrificio per indossare un capo prezioso, è molto più alla moda sostenere le piccole imprese che possano investire nella tecnologia e nelle nuove fibre. La qualità e la cura dei dettagli che fanno la differenza rendono un capo speciale e prezioso non il pellame pregiato o il pelo più caldo.

L’evoluzione insieme alla sensibilità degli stessi stilisti e delle maison devono creare la coscienza anche nel consumatore finale, devono spingerlo a riflettere sulla crudeltà nell’uccisione di un essere vivente solo ed esclusivamente per uno sfizio, non siamo decisamente più al tempo delle caverne dove era una necessità per non morire.

Iniziamo a pensare che ogni essere vivente ha un anima e dei sentimenti proprio come noi, sarebbe più facile non acquistare più pellicce, pensiamo un attimo a cosa possano provare…e rendiamoci conto che non siamo gli unici abitanti di questa terra ma iniziamo a condividerla davvero, in pace con tutti.

Ci vorrebbe davvero poco per avere un mondo migliore, iniziamo a provarci dalle piccole cose….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenti recenti

    Categorie